Mercoledì 12 Dicembre 2018
   
Text Size

FRANCO PALMISANO SULLA GAZZETTA, RISULTATI STORICI

logo radio

Franco Palmisano, dirigente della locale squadra di calcio, questa mattina è sulla Gazzetta del Mezzogiorno: "Straordinario il lavoro di D'Ermilio", a proposito dei successi della compagine in campionato. Risultati storici.

Dalla cronaca giudiziaria: "Gli scandali di Puglia. Corsi di formazione col trucco, 25 indagati, anche Tato Greco (consigliere regionale della Puglia prima di tutto) e la figlia del vicepresidente del Csm, Vietti".

La rivoluzione delle circoscrizioni a Bari: entro la fine del mese il passaggio in Consiglio comunale.

La lettura dei quotidiani è offerta dall'edicola Isola della fortuna in via Sammichele.

Clicca sul play e ascolta la puntata!

Commenti  

 
#9 Alfiere Nero 2013-10-16 16:35
Per Alfiere Rosso

Anche oggi la mia indecisione nell'accedere a questo sito è stata premiata nel leggere queste tue parole che sono nutrimento per lo spirito solo per i disadattati al mondo. Non puoi che essere, non solo metaforicamente, nero. La tua è la tipica reazione irriflessa di un destrorso. Ne intravedo l’impriting, il meme virale, il minuto speso a scrivere ( si fa per dire ) di una giornata ridicola, il latratus canis, l’inestirpabile senso di inferiorità del nero che vuole riscattarsi al cospetto del rosso. Inutilmente…

PS: Ah! Dimenticavo! Gli asini volano. Ecco perché hai eletto Birardi. Testa di manzo N. 2!
 
 
#8 angelo 2013-10-16 15:04
Ringraziamo il grande Presidente Palmisano che ha pensato anche ai tifosi Casamassimesi che non possono recarsi a Locorotondo per seguire la SUD EST F,C. Le partite casalinghe sono trasmesse in diretta sul canale 211 Diretta Sport di Teleregione. Grazie presidente, speriamo che un giorno la NOSTRA SQUADRA possa ritornare a Casamassima.
Amministratori datevi da fare.
 
 
#7 Alfiere rosso 2013-10-16 11:37
Alfiere, sei il solito disinformato e rosso che più rosso non si può... altro che alfiere nero.
Prima di grattare i polpastrelli sulla tastiera informati, resisti alla voglia pruriginosa di scrivere per il gusto di celebrarti.
 
 
#6 Alfiere Nero 2013-10-16 08:17
Per Mimmo a casa

Il boato dello Stadium lo sentivo forte e chiaro le domeniche di partita casalinga. E non abito vicino allo Stadium. E’ vero, ho seguito la squadra poche volte: per motivi di lavoro ( ecco appunto, quando lavoravo al PC di domenica pomeriggio il boato scandiva i goals del Casamassima o qualche occasione mancata ) o perché gli preferivo la mia Inter in TV. Non mi pare che i tifosi fossero uno sparuto gruppetto, considerato anche i decibel dei boati; certo non erano i 300dbSPL dell’eruzione del vulcano Krakatoa…

Tutto ciò a sostegno del mio e del tuo rammarico. Mi chiedo se non bastavano a Casamassima tutti gli altri fallimenti dell’amministrazione Birardi ad evitare l’ennesima figura barbina, la logica elementare dell’amore per lo sport e l’orgoglio di campanile che impone condotte rettilinee e tempestive, ripudia il carosello di giravolte umilianti in seno alla maggioranza. L’ennesima occasione perduta.
Comunque forza SudEst! Forza Casamassima Birardi non lo merita….
 
 
#5 Giuseppe V. 2013-10-15 23:51
Se la memoria mi accompagna, il Casamasima negli anni 60 militava in eccellenza, girone che poi fu eliminato insieme al girone di promozione! Serie A, B, C e D, prima, seconda e terza categoria, questi i campionati italiani di calcio all'epoca! Poche società in tutt'Italia, niente panchine con le riserve, tranne il portiere di riserva con il n 12, di conseguenza una più severa selezione di calciatori.
Voglio dire non tutti avevano la possibilità di partecipare ai campionati!
 
 
#4 Vergogna 2013-10-15 22:41
Gaetano marotti unico casamassimese che amava i ragazzi.
Andate via poveri ragazzi
 
 
#3 Mimmo a casa 2013-10-15 15:06
Alfiere da come scrivi mi sembra che al campo la Domenica nn ci sei mai stato il grande pubblico che racconti non è mai esistito erano presenti sempre i soliti anziani criticoni e qualche parente dei giocatori......invece con il gruppo giovani si stava costruendo una bella realtà territoriale visto che ospitavamo ragazzi dei paesi limitrofi e anche Baresi......hanno sbagliato entrambi Sindaco e Società. per la condizione del campo le colpe sono di tutti gli amministratori che non hanno approfittato dei finanziamenti messi a disposizione come hanno fatto i sindaci dei paesi limitrofi vediConversano e Adelfia.......poi tornando alla realtà cosa pretendi da un paese che celebra le cresime nel Palestrone!!!!
 
 
#2 Alfiere Nero 2013-10-15 12:32
Esempio emblematico della catastrofica amministrazione Birardi.
Nel momento di maggior fulgore della storia del calcio casamassimese, la squadra del benemerito presidente Palmisano, ora chiamata SudEst ( togliendo lustro al nome all’ASD Casamassima ), è costretta ormai da due campionati ad emigrare su altri lidi calcistici a causa della condizioni fatiscenti del nostro Stadium e del terreno di gioco ridotto a campo di patate. Unico caso nella provincia di Bari.
Quest’anno sono i locorondesi a godersi le performances finora ottime anche nel nuovo e più impegnativo campionato di Eccellenza.

Che dire? L’assenza a Csamassima di uno sport di grande valenza sociale come il calcio, contribuisce al degrado dell’identità e del senso di appartenenza della cittadinanza sportiva e non.
E dire che Birardi è uno sportivo! Sono certo che, considerata la sua sensibilità su questi temi, l’ex sindaco De Tommaso non avrebbe permesso questa triste situazione.

Non è una storia di cui andar fieri: le domeniche senza il boato dei tifosi, il loro incontrasi per dimenticare le traversie della vita. La domenica casamasimese senza il cielo in fiamme della torcida. La domenica dai cieli spenti.

Che ci importa, cari tifosi della SudEst? Godiamoci la nostra grande squadra facendo il sacrificio di andare a vederla fino a Locorotondo. Alla faccia di Birardi! Sono certo che vi ricorderete anche di questo quando tornerete alle urne!
 
 
#1 Mimmo a casa 2013-10-15 12:03
Presidente peccato che hai lasciato il tuo settore giovanile senza campo e senza campionato......la colpa di chi ????
Non importa ma i sogni dei tanti ragazzi che hanno giocato onorando la maglia sino a guadagnarsi i campionati regionali che fine hanno fatto ???? Grazie x tutto questo e onore alla tua squadra .....ma non ti fare grande che nn lo sei...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI