Domenica 25 Agosto 2019
   
Text Size

Partecipa anche tu al Piano Urbano della Mobilità Sostenibile!

pums casamassima

Il Comune di Casamassima domanda alla cittadinanza linee di indirizzo per proteggere l’ambiente e migliorare la vivibilità del paese

Prima presentazione pubblica, martedì 23 aprile alle Officine Ufo, del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile. L’iniziativa è stata promossa dall’Amministrazione Comunale, supportata dal Movimento Cinque Stelle, da sempre sostenitore di scelte green.

pums

Il Pum, Piano Urbano della Mobilità, è uno strumento volontario, a differenza del Piano Urbano del Traffico che è obbligatorio, a disposizione dei comuni per definire progetti adeguati relativamente al sistema territorio-trasporti. Esso si pone generalmente su un periodo di riferimento di 10 anni, e contempla le ipotesi di investimenti in infrastrutture ed innovazioni gestionali da attuarsi nel medio periodo, sia su scala urbana che su scala metropolitana e sovra-comunale.

Quando il paese vuole porre l'accento sulla mobilità sostenibile, il piano prende il nome di Pums, Piano Urbano della Mobilità Sostenibile. La predisposizione dei piani urbani di mobilità è stata codificata all'art. 22 della legge 24 novembre 2000, n. 340. Gli enti locali che vogliano accedere ai finanziamenti statali di infrastrutture, utili ad attuare nuovi interventi interessanti il trasporto rapido di massa, dovranno definire i Pums.

Il Pums è un processo partecipato, coinvolge cioè la popolazione, che riduce l’inquinamento ed aumenta gli standard di sicurezza in città. Torre e Oliva del Politecnico di Bari hanno illustrato i risultati del questionario on line con il quale è stato chiesto il parere dei casamassimesi sul tema della mobilità cittadina, al fine di fotografare la situazione e prevedere correttivi. Il questionario, disponibile sul sito istituzionale del Comune, e compilabile in forma anonima, serviva a censire gli spostamenti, ma anche a far emergere i bisogni della comunità, individuando le abitudini di tutti coloro che vivono e utilizzano la città in ragione di studio, lavoro, turismo, ecc.

Le risposte date dai 47 soggetti che si sono sottoposti al questionario, hanno permesso al gruppo di studio dell’università di riscontrare criticità già note, come l’assenza di zone di sosta o quelle in cui versa il centro storico o ancora che ostacolano il transito ciclo pedonale.

“Su Casamassima ci sono circa 13000 autovetture. Questo dato - ha detto il sindaco Giuseppe Nitti - non va letto in relazione ai 19777 abitanti, ma andrebbe letto in base ai potenziali patentati sul territorio che, ad occhio e croce, dovrebbero ammontare a circa 16000 persone. Perché, se è vero come è vero, che le biciclette non possono circolare in serenità, e non possono circolare in serenità perché non ci sono piste ciclabili, da questo punto di vista siamo un po' indietro rispetto ai paesi a noi vicini. Vi sono paesi che, ormai da diversi anni, hanno delle piste ciclabili. Altri che ne sono dotati, ma che però hanno floppato totalmente nella progettualità in quanto l’amministrazione ha distrutto la viabilità del paese, provocando la ribellione dei cittadini.

Oggi, quando parliamo di Pums, ci riferiamo ad uno strumento di carattere generale. Discutere, in questa sede, sul dove far sorgere parcheggi e piste ciclabili rappresenta un’occasione, ma è prematuro. Nelle nostre analisi, rientra la volontà di risolvere il problema delle piste ciclabili. Abbiamo constatato che Casamassima è carente di piste ciclabili, individueremo le aree in cui sarà corretto andare ad inserire le piste ciclabili, tuttavia non diremo nel Pums la loro collocazione definitiva, o meglio potremmo comunicarla in via molto prudenziale. Ci siamo prefissati l’obiettivo sia di fare piste ciclabili sia al contempo di non dimezzare i parcheggi, per evitare che altrimenti un domani vengano cittadini e commercianti a dirci che gli abbiamo tolto i parcheggi. È chiaro che, grazie all’assessore ai lavori pubblici e all’impegno dell’Ufficio Tecnico, stiamo già lavorando in quanto dobbiamo essere pronti con i progetti nel caso di bandi dato che, se arriva un bando e non abbiamo il progetto, perdiamo il bando”.

“L’Europa ci stimola ad utilizzare il più possibile mezzi alternativi all’automobile”, ha affermato infatti l’architetto Flaviano Palazzo, capo dell’Ufficio Tecnico del Comune di Casamassima. Insieme alla Città Metropolitana di Bari e ai Comuni che ne fanno parte - ha continuato l’architetto - abbiamo aderito al Bici Plan, il quale traccia per Casamassima il percorso cosiddetto delle Lame. Di concerto con l’assessore ai lavori pubblici, Anna Maria Latrofa - che all’incontro moderato da Gianluca Zaccheo sedeva tra i relatori accanto a Nitti e Palazzo - ci siamo resi conto che sulla circonvallazione ovest è stato realizzato un marciapiede impercorribile. Allora, noi immaginiamo che quel marciapiede possa essere trasformato in una pista ciclabile. Un progetto, questo, da mettere in cantiere, e inserire nel Pums consentendoci di poter attingere da eventuali finanziamenti. Invece, abbiamo già finanziato il progetto per La Zona A Traffico Limitato e la videosorveglianza nel centro storico. Il Sindaco pensava, in favore del centro storico - ha concluso l’architetto comunale - all’istituzione di parcheggi settoriali e di dei passaggi che consentano la sosta momentanea”.

La fase iniziale del Pums vede ogni cittadino apporre sulla crowdmap, una mappa del territorio, un contrassegno nel punto che egli ritiene più disagiato. Sono partiti pertanto i tavoli tecnici fra cittadini e ed esperti, con l’obiettivo di dare a Casamassima entro il termine di 35 giorni un piano urbano per la mobilità sostenibile.

Francesca Valentino

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.