Giovedì 16 Agosto 2018
   
Text Size

LA STRADA 172 NEL PROGETTO PUGLIA CORSARA

statale_172

ESCLUSIVO 'LA VOCE DEL PAESE'


La settimana prossima vertice tra Ministrero e Regione per il Piano del Sud

IL TRATTO CASAMASSIMA-PUTIGNANO NEL PROGETTO PUGLIA CORSARA E NEL PIANO DEL SUD


Alla fine di un giorno triste per la statale 172 dei trulli, uno come tanti, dove stamani due ragazzi hanno rischiato ancora una volta la pelle, si riaccende finalmente un barlume di speranza.

Abbiamo notizie fresche e rassicuranti attinte proprio dall’assessore regionale Minervini e da ambienti baresi, e che domani saranno su tutti i giornali. Riguardano naturalmente l’odissea statale 172 dei trulli, opera attesa da oltre trent’anni, un lungo tratto stradale tutto da rifare: oggi strettoia tortuosa, il cui percorso è segnato a ostacoli, più dalle lapidi in pietra che dalla cartellonistica in metallo.

Le notizie sono tre. Intanto l’assessore Guglielmo Minervini ha preparato il piano della Regione, il cosiddetto progetto Puglia Corsara che prevede dieci opere infrastrutturali prioritarie. Nell’ultima delle dieci priorità è previsto un impegno di spesa da 1,5 miliardi di euro totali. Tra queste opere sono stati inseriti due tratti della 172 (Casamassima-Putignano, passando per Turi, e il tratto Alberobello-Martina Franca). Per il tratto intermedio a completamento dell’intera opera si dovrà procedere con altre provvidenze.

Inoltre, corrono voci di un’intesa ritrovata tra istituzioni (Governo e Regione Puglia), raggiunta grazie al lavoro di intermediazione costante della Provincia di Bari. Del resto ne parliamo da diversi mesi. Gli assessori provinciali Onofrio Resta e Lillino Labianca sono i delegati per i rapporti con il Ministero delle Infrastrutture e con l’architetto Mele, tecnico e capostruttura del Ministero, figura chiave nel gruppo di lavoro per le opere prioritarie da finanziare con il Piano del Sud. Gli assessori provinciali fanno pressioni continue a Roma affinché la 172 diventi priorità per il Piano del Sud.

L'INCONTRO DECISIVO? - Lunedì prossimo i riflettori saranno tutti puntati sull’incontro in agenda tra il Ministro Fitto, competente nel Piano per il Sud e il governatore Vendola. Potrebbe essere il giorno della convergenza e delle sinergie istituzionali ritrovate: la statale 172 non sarà inserita tra le opere di priorità assoluta (il Cipe darà comunque la precedenza alle emergenze nazionali tra cui la Salerno-Reggio Calabria e la Bari-Napoli) ma potrebbe rientrare in seconda o terza istanza. Il cantiere potrebbe finalmente vedere la luce fra almeno tre anni, dopo decenni di attese e di morti che gridano vendetta.

Il lavoro di intermediazione da Via Spalato prosegue da oltre un anno. Si ricorda a tal proposito la delibera portata in giunta proprio dal prof. Resta, divenuta poi ordine del giorno in consiglio provinciale e presentata dal consigliere Galluzzi. Da allora i contatti tra il duo Resta-Labianca e Mele a Roma si sono fatti più frequenti. L’architetto Mele ha assicurato che nella bozza preliminare del piano ci sono disponibilità a finanziare l’opera.

Il presidente del gruppo di consiglieri della Puglia Prima di Tutto, Angelo Bovino, ha presentato a nome dei consiglieri una lettera per sollecitare il presidente Schittulli a farsi portavoce in tutte le sedi istituzionali di governo e del Ministero, affinché la statale 172 diventi una priorità assoluta nel Comitato di Regia dove parteciperanno associazioni, imprenditori e sindacati.

A questo punto se il triangolo istituzionale (Provincia-Regione-Ministero) avesse davvero raggiunto la perfezione, dall’incontro di lunedì prossimo dovranno uscire solo buone notizie. Vi terremo come sempre aggiornati su sviluppi e novità.

Altri link correlati alla notizia:

VEDI LO SCONTRO E I FERITI GRAVI NELL'INCIDENTE DI STAMANI

L'ULTIMO INCIDENTE MORTALE SULLA 172: CLICCA QUI

VEDI ANCHE STATALE DEI TRULLI: SPARITI 51 MILIONI DI EURO

VEDI ANCHE SS172, FINANZIAMENTI A RISCHIO

 

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI