Sabato 22 Novembre 2014
   
Text Size

ABITA A CASAMASSIMA L’INVENTORE DEL BURRACONLINE

burraconline_staff

È nato a Casamassima nel 2004 il sito “Burraconline”, il primo e più frequentato sito a livello mondiale che promuove il burraco, popolarissimo gioco di carte, in rete. Inventore dell’iniziativa è Enrico Airoldi, originario di Bergamo e residente a Casamassima dal 1983, noi l’abbiamo incontrato per farci raccontare la sua storia e quella della sua creazione.

“Sono sempre stato appassionato dei giochi online, scacchi e bridge per esempio. Nel 2003 mi resi conto della mancanza di un sito dedicato al gioco del burraco. Ero appassionato anche dei primitivi social network e della possibilità di conoscere altre persone attraverso il gioco in rete. Così, sebbene non avessi competenze informatiche, ho pensato di scrivere il progetto di creazione di un sito dedito al burraco e lo sottoposi a chi quelle competenze ce le aveva, un mio zio che abitava nel nord Italia, Mario Airoldi, il quale si dimostrò sin da subito disponibile a darmi una mano sebbene non sapesse giocare a Burraco”.

Dopo diversi mesi di prove il sito veniva lanciato online nel 2004 e raccoglieva le prime adesioni fra amici e familiari. Le partite duravano qualche giorno in quanto il sito era assai rudimentale, “ma c’era chi ci credeva assieme a me. Io, mio zio Mario, e ‘Bellasol’, Isabella che è ancora parte attiva del portale”. burraconline_banner

Poco tempo dopo lo zio Mario decise di abbandonare la nave, “essendo già in pensione era poco propenso a rimettersi a studiare nuovi programmi”. Così, come fa un dirigente di una squadra di calcio, Enrico va alla ricerca di un nuovo informatico, trovando uno dei migliori, Luis Dragotto, che ha collaborato alla creazione del sito di "Libero".

“Per mia fortuna era libero all’epoca e mi chiese un importo ridicolo. Quando dopo due mesi realizzò il progetto così come lo aveva scritto, io lo pagai e lui si rese conto di aver messo uno zero in meno sul contratto firmato. Era ed è un uomo molto onesto e disponibile, non si arrabbiò, anzi mi convinse a creare insieme una società. Oramai Luis si era innamorato del progetto che aveva visto crescere sotto le sue mani”. Gli utenti crescono e nel 2009 Enrico e Luis, intuiscono la possibilità di poter guadagnare inserendo la pubblicità sul portale del Burraconline, giunto a oltre 50mila fruitori.

“Ci rivolgemmo da subito a chi a Bari era pioniere nella pubblicità, ossia la Open BGE, società che dal 2010 gestisce tutta l’immagine e la comunicazione nonché i banner pubblicitari che sono all’interno del client di gioco”.

“Ora il sito ha una veste professionale – ci dice Luigi Abbattista, amministratore unico dell’agenzia – ci occupiamo, assieme a Enrico, di tutte le attività collaterali, raduni ecc. organizzati dalla Burraconline e seguiti tanto al sud quanto al nord. Per quel che riguarda la pubblicità il punto di forza, ma anche la maggiore difficoltà, sta nella pubblicità geolocalizzata, ossia una pubblicità mirata a livello nazionale o locale. Ad esempio in una stessa partita in cui giocano 4 utenti di 4 province differenti, ogni giocatore vedrà la pubblicità nazionale alla stessa maniera, ma lateralmente quella legata alla propria provincia. Funziona benissimo, abbiamo moltissime richieste locali e nazionali ma anche tanti clienti esteri”, prosegue Abbattista: “Oggi siamo arrivati a dei risultati davvero interessanti che nel 2004 non potevo neanche immaginare”.

La Burraconline attualmente ha sede a Roma e si occupa della parte virtuale presso la Drag & Air di Luis Dragotto, mentre le attività “reali” vengono svolte nella sede di Bari, insieme all’Open BGE.

Agli albori del suo progetto ha ricevuto aiuto o sostegno da Casamassima?

Ma da sempre ho scritto sul sito che il Burraconline è nato a Casamassima, ci tengo molto alla localizzazione del portale. Stiamo progettando assieme alla Pro Loco di Casamassima un importante evento che potrebbe essere una bella festa per il paese che ha dato i natali al Burraconline (e ringraziandoci per la domanda, Airoldi risponde che non ha mai chiesto nulla all’amministrazione, dice di aver preferito crescere da solo per farsi notare).

Parliamo un po’ dell’evento che state organizzando a Casamassima allora.

Sarà il quinto ritrovo che va sotto il nome di “Burraconline sotto le stelle”. Lo abbiamo realizzato gli scorsi anni a Monopoli, a Cassano Murge, due a Casamassima presso “Cariello Nuovo” e quest’anno sogniamo di organizzarlo in piazza Aldo Moro con l’aiuto della Pro Loco e dell’amministrazione.

Che benefici può averne Casamassima?

Burraconline ha scritto sulla carta identità che è nata a Casamassima. È lì che è nata ed è lì che ha mosso i primi passi. I benefici che può trarne il paese sono soprattutto legati all’immagine e alla diffusione del nome in ambito nazionale e internazionale. Desideriamo creare un accordo di collaborazione con il Comune. L’evento di quest’estate sarà una sorta di Numero zero, una prova per verificare se insieme possiamo viaggiare per sviluppare il nome della città di Casamassima in senso turistico, enogastronomico e culturale. Quest’evento è da vedere come un uomo che torna dalla mamma per mostrarle chi è diventato. Bisogna solo vedere se l’amministrazione intuisce le possibilità nascoste, e neanche troppo, dietro questa realtà.

[Airoldi confessa: “Ci piacerebbe che la manifestazione venisse acquisita dai casamassimesi, vorrei che l’aspettassero ogni anno – e scherzando aggiunge – il sacro e il profano, prima di San Rocco arriva il Burraco”].

Un po’ di numeri: scopriamo che ad oggi gli utenti sono 1.684.052 di ogni parte del mondo, ci sono circa 2.500 nuove iscrizioni al giorno e 6 milioni di partite al mese. Giocano online molti militari dall’Iraq e fra gli utenti ci sono tanti personaggi dello spettacolo: Mara Maionchi, Laura Pausini e persino Andreotti che lo ha dichiarato in un’intervista. Abbattista sottolinea la funzione sociale svolta dal portale dicendoci che ci sono molti disabili e persone sole che ringraziano lo staff per il sito. Oltre agli utenti normali, esiste un’élite nel sito costituita da circa 2000 utenti paganti che hanno alcuni vantaggi, “ma – ci tiene a precisare Airoldi – io desidero che il sito resti gratuito per la maggioranza degli utenti, è questa la vera forza del portale. Non vorrei bruciare l’immagine, il nostro obiettivo è la brandizzazione, è creare una sorta di facebook nostrano”.

Airoldi e Abbattista ci illustrano gli obiettivi futuri: “Vogliamo internazionalizzare il gioco del burraco che è ancora troppo radicato in Italia”. Airoldi vola in alto: “Vogliamo coinvolgere gli stranieri soprattutto sul sito e poi con i raduni. Ne stiamo progettando uno a Buenos Aires, mi piacerebbe che almeno un miliardo di utenti su sei che abitano sulla Terra diventi nostro utente”.

“Nel 2010 dall’incontro tra Burraconline, Bwin e la svedese Jadestone è nato “Burracomania”, un sito legato alla Burraconline, ma dove si possono vincere soldi veri in totale garanzia e sicurezza. Questo era solo un sogno due anni fa e ci siamo riusciti dopo due viaggi in Svezia”.

“Un altro progetto è quello di scrivere una storia su Burraconline, un libro comico, non tecnico, che narri dagli inizi la nostra vicenda in maniera simpatica. Ci siamo rivolti a uno scrittore comico che racconterà anche gli amori, gli incontri, i giochi e le liti che si scatenano sul portale”.

Ora una curiosità: da dove nasce l’idea di distinguere i diversi livelli con differenti animaletti, conigli, farfalle, squali, draghi ecc.?

Da piccolino giocavo a tennis e anche nella FIT (Federazione Italiana Tennis) i livelli sono distinti da nomi di animali. Ecco perché ho pensato di fare la stessa cosa sul mio portale aggiungendo altri animali come i draghi, tigri bianche e orsi polari. Mi son divertito diciamo.

Concludo con la domanda che si fanno tutti gli utenti: la distribuzione delle carte è del tutto casuale o vengono favoriti gli utenti paganti o i “draghi” (livello più alto dei giocatori online)?

È assolutamente tutto regolare e casuale. Abbiamo fatto una prova tecnica che possiamo rifare quando vogliamo: preso lo stesso mazzo di carte con la stessa sequenza di carte, le stesse 4 persone poste nei medesimi posti e stessa partenza di gioco, abbiamo avuto 10 risultati differenti in base ad un unico cambiamento. Ad esempio basta che uno dei 4 giocatori non prende dal mazzo per modificare completamente il risultato. Se volessimo favorirne davvero uno, ci vorrebbe un lavoro pazzesco che non vale la pena di fare”.

Aspettando di scoprire la data del 5° “Burraconline sotto le stelle”, ci chiediamo se Casamassima saprà giocare bene le sue carte.

Commenti  

 
#7 aNTONIO lOSCIALPO 2014-09-16 20:20
VOGLIO RISCARICARE BURRACO SOUL COMPUTER FISSO CHE SI ERA BLOCCATO E.....RIFORMATTATO , ,ORA RIFACENDO IL DOWLOAD MI DICE SEMPRE CHE IL MIO NICK ESISTE GIà E NON MI SCARICA IL GIOCO. dove sbaglio ? GRAZIE
SCUSATE SE HA VOLTE TRATTO MALE IL DERVER MA MI PIACE SCHERZARE ED è SEMPRE IN QUEL SENSO!
 
 
#6 Susy 2013-03-28 14:32
Buona sera xke nn fate una versione anke x i tablet o cellulari????io ho il samsung note2 e mi piacerebbe giocare sul cell a burraconline.....
 
 
#5 vieni 2013-03-12 13:13
ciao mi chiamo gaetano possibilmente come contattare telefonicamente urgente il mio n.0804593356 grazie
 
 
#4 alessandras 2012-11-15 22:04
concordo con quanto detto da Tiziana Merolla . Questo sito è MOLTO discutibile(io mi sono cancellata).
Fate pagare tutti e allora sarete più credibili.
ciao
 
 
#3 tiziana merolla 2012-10-29 13:14
perchè un sito funzioni l'amministratore deve verificarne la serietà che sicuramente è discutibile .vince chi paga e allora facciamo pagare tutti forse renderebbe la cosa più seria , signor dragotto.
 
 
#2 RINO 2011-06-23 21:05
Bella storia e secondo me e' anche positivo cercare di valorizzare casamassima . Buona Fortuna
 
 
#1 Luna Pastore 2011-06-23 12:06
Errata Corrige: Luis Dragotto è autore con altri del Sito di Libero
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI