Lunedì 22 Luglio 2019
   
Text Size

La Dante Alighieri saluta studenti e famiglie con un pieno di emozioni

L'incontro con l'autore Alì Ehsani

Concluse con le manifestazioni finali le progettualità annuali

Gli ultimi scampoli di una corposa progettualità formativa e la Dante ha salutato la comunità scolastica e cittadina con una esplosione di emozioni variopinte. Piacere per la lettura, promozione della salute, bellezza del linguaggio non verbale, con lo sfavillio di note musicali e dulcis in fundo la magia delle parole e della creatività per la valorizzazione del “Borgo Natio”. Sono stati usati questi Interessanti ingredienti per dare vita ad un sonoro “Arrivederci, è stato bello” e che ha visto alunni di classi prime, seconde e terze mettersi in gioco e sperimentare la scuola che piace ed insegna.

Il disegno di Maria Isabella Radogna di II D

L’affascinante mondo della lettura, in punta di piedi si è accomodato tra le giovani generazioni della “Dante Alighieri” con il Progetto “Libriamoci”. Curato dalla docente Vanina Pirulli, il progetto ha impegnato gli alunni della scuola media in un lungo percorso finalizzato a sollecitare nei ragazzi, l’amore per la lettura. Nel corso dell’anno, grazie anche alla collaborazione con le ragazze del servizio civile, presso la biblioteca comunale di Casamassima, sono stati organizzati incontri di lettura ad alta voce per promuovere la conoscenza ed aiutare i ragazzi ad utilizzare una risorsa importante come quella della biblioteca cittadina e del prestito bibliotecario. L’attività è culminata con l’incontro di due grandi autori di libri per ragazzi, romanzi che gli alunni hanno letto e amato nella lettura condivisa e supportata dalle docenti di lettere. Il 7 marzo, le classi 3E, 3F, 3I, coordinati dalle docenti Pirulli, Pagliara e Angiulli, hanno partecipato al primo incontro con Carlo Greppi, dottore di ricerca di Studi storici e autore di “Non restare Indietro”. Il romanzo narra la storia di Francesco, un ragazzo come tanti altri, che gioca a calcio, parla poco, vorrebbe non partire e non ammetterebbe mai di avere paura e che, invece, si ritrova a vivere un “viaggio” speciale verso Auschwitz che cambierà la sua esistenza e il suo modo di guardare al mondo. L’ultimo incontro, svoltosi sabato 8 giugno, ha permesso agli alunni delle classi 1E-2E-2F-2G, guidati dalle docenti Pirulli, Pagliara, De Benedictis e Azzone, di conoscere l’autore Alì Ehsani e il protagonista dell’emozionante “Stanotte guardiamo le stelle”. Alì, all’età di appena 8 anni, dopo aver perso entrambi i genitori in un’esplosione a Kabul a causa della guerra, scappa con il fratello in cerca di un destino migliore. Lungo il viaggio perde anche il fratello e si ritrova completamente solo, ma “decide” di realizzare i sogni di tutti quelli che incontra sulla sua strada. Oggi Alì vive a Roma e si è laureato in giurisprudenza, ma la sua vera passione è la scrittura. Un grande esempio di umiltà e coraggio che ha commosso la platea di alunni e genitori con un grande messaggio di speranza: “Siamo come gli uccelli, perché gli uccelli volano liberi e noi voleremo lontano”.

Ecco, vaccinarsi contro la cultura dell’indifferenza è un’azione preventiva che salvaguarda l’animo ed il corpo e lo è in particolare quella messa in atto durante l’anno scolastico con le classi 2B, 2D, 2E, 2G, 2I, 2L, per promuovere buone pratiche contro il tabagismo, pertanto “Libera il respiro!”. Si è trattato di un programma di educazione alla salute respiratoria, curato dalla docente referente Patrizia Surico, conclusosi il 10 giugno scorso, nell’auditorium della sede succursale della “Dante Alighieri”, in cui erano presenti gli alunni delle sei classi seconde partecipanti e le loro famiglie. L’intero percorso fa capo al Piano strategico per la promozione della salute nella Scuola, secondo un protocollo d’intesa tra MIUR, USR Puglia e Assessorato alla Salute della Regione Puglia. Inscritto nel percorso curricolare di scienze, il progetto ha fatto seguito alla formalizzazione didattica tematica sull’apparato respiratorio e si è proposto come focus sugli aspetti motivazionali e comportamentali legati all’abitudine al fumo, oltre che sugli effetti della nicotina in termini di assuefazione e dipendenza. Tale approccio è stato supportato anche dal corso di formazione, tenuto dalla dottoressa Laura Di Lorenzo, dirigente pedagogista del DSS n.11 e dalla dottoressa Marcella Loprieno, assistente sanitaria dell’ASL BA, e rivolto ai docenti coinvolti, Bardoscia, Testini, Fiermonte, Massaro, Surico e Di Gioia. I docenti, oltre all’utilizzo funzionale dell’efficace materiale didattico in dotazione, ovvero un DVD-guida, hanno dato il via nelle singole classi ad attività di approfondimento su diversi temi. La positiva risposta dei ragazzi a quanto proposto si è concretizzata in insoliti “prodotti” finali, tra fumetti, racconti, interviste, drammatizzazioni, presentazioni video, tutti condivisi nell’incontro finale in quella che è stata una grande festa e ha messo il suggello sugli elementi ispiratori della nostra didattica nel veicolare il messaggio che la tutela della salute non può essere delegata agli operatori sanitari ma, in termini di prevenzione, ci vede coinvolti tutti e richiede, come in molte circostanze del nostro quotidiano, un mix di conoscenze e di consapevolezza.

Tanto per favorire l’invenzione di neologismi, come non essere d’accordo con chi afferma che Casamassima si musicalizza? “Musi…ciak”: gli aspiranti pianisti della Scuola Secondaria di I grado di Casamassima, martedì 11 giugno, si sono esibiti nella storica Piazza Delfino, nel borgo antico, eseguendo le indimenticabili colonne sonore dei film colossal e cult, sotto la direzione della docente Stefania Giunti. É la prima volta che la “Dante Alighieri” si esibisce in piazza, affidando agli allievi l’esecuzione di brani musicali di una certa complessità come le colonne sonore dei film “La vita è bella”, “Flashdance”, “Pirati dei Caraibi”, “Mission Impossible”, “Centopassi”, “Valse D’Amelie”, “Forrest Gump”, “Anonimo Veneziano”, “Nuovo Cinema Paradiso” e “Waltz n.2 di Schostakovich”. Quello che ha certamente meravigliato e meraviglia ancora è che la scuola casamassimese ha soltanto un laboratorio musicale e non è una “scuola ad indirizzo musicale”. Malgrado l’esiguità dei mezzi a disposizione di un semplice laboratorio, gli allievi si sono esibiti in performance artistiche sorprendenti, ottenendo un risultato forse superiore alle aspettative. Il pubblico ad ogni esecuzione ha dato segni di massimo gradimento sia per gli effetti musicali che per le proiezioni dei trailer dei film che hanno fatto la storia del cinema internazionale. Tra i presenti anche l’Assessore alla Cultura Azzurra Acciani e il Dirigente Scolastico il professore Stefano Marrone. Congratulazioni agli allievi che hanno mostrato di possedere inclinazione per le attività musicali, sviluppando competenze artistiche, socio relazionali, insegnate da chi comunica, attraverso la musica, l’espressione dell’animo umano e sani valori sociali.

LE DOCENTI DELLA SCUOLA MEDIA
VANINA PIRULLI
PATRIZIA SURICO
STEFANIA GIUNTI

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.