Al via i tavoli riguardanti la Casa della Salute

bagalà e palmieri

Il Partito Democratico propone altresì interpellanze su decoro urbano, verde pubblico, campo sportivo e Patto per la Città Metropolitana di Bari

Il compito delle Case della Salute è quello di prendersi cura della popolazione, evitando ospedalizzazioni inutili. I risvolti positivi, in termini di un accesso più celere ai servizi da parte del cittadino, sono innegabili. È pur vero, però, che non sempre fila tutto liscio. Alcuni utenti che si sono rivolti alla Casa della Salute, inaugurata a Casamassima il 4 luglio 2018, hanno lamentato disguidi, sottolineando la necessità di un miglioramento delle prestazioni offerte dalla struttura.

Il capogruppo del Partito Democratico, Andrea Palmieri, si è fatto carico di sollevare la questione davanti alla direzione generale dell’Asl Bari. “Abbiamo sentito il dovere, come Partito Democratico di Casamassima, insieme a Domenico De Santis, consigliere del Presidente Emiliano - ha detto Palmieri - di occuparci della Casa della Salute di Casamassima. Riteniamo che puntare al miglioramento dei servizi sanitari sul territorio sia una priorità su cui impegnarsi indipendentemente dal ruolo di opposizione che siamo stati chiamati a ricoprire e che continueremo a svolgere. È questo il modo in cui intendiamo la Politica, cercando di essere al servizio della nostra Comunità”.

“Molto è stato fatto dalla firma della Convenzione con la Asl, dell'Amministrazione De Tommaso nel 2006 - prosegue il capogruppo PD - in termini di investimenti economici da parte delle Giunte regionali Vendola ed Emiliano, per ristrutturare quasi interamente l'immobile. Con l'attivazione del Centro polifunzionale territoriale dedicato all'amico Antonio Busto nel 2018 e con l'insediamento nella struttura ex Miulli dei medici di medicina generale, personale infermieristico e di segreteria, si sono gettate le fondamenta per l'avvio della Casa della Salute. È solo l'inizio di un percorso che, deve vedere tutti impegnati per garantire livelli di assistenza sempre più alti nel territorio e bisogna lavorare senza sosta, perché si arrivi a dare più servizi sanitari ai cittadini di Casamassima e a quelli dei Comuni limitrofi”.

“L'auspicio è che a breve, la nostra Casa della Salute, diventi sempre di più polo di riferimento di un bacino di utenza sempre più ampio. Specificamente - aggiunge Palmieri - nel corso dell'incontro del 7 maggio 2019 con il Direttore generale della ASL Bari dott. Sanguedolce, dopo un proficuo confronto, si è giunti a individuare come prioritario il potenziamento della diagnostica, con la richiesta di nuove e moderne apparecchiature che possano garantire certezza e velocità nella diagnosi. Inoltre, abbiamo chiesto di garantire una maggiore presenza di specialisti, sia in termini di ore a disposizione degli utenti, sia implementando le attività di medicina specialistica attualmente non presenti nel nostro Centro Polifunzionale Territoriale. Il Partito Democratico di Casamassima seguirà da vicino il percorso che porterà all'introduzione di questi nuovi servizi che riteniamo fondamentali per la nostra comunità. Sarà questo anche il modo, per rendere omaggio a chi, come il sindaco Vito De Tommaso, ha avuto una grande visione politica nel riconvertire l'ex Ospedale Miulli in una struttura innovativa ed al servizio dei cittadini, e chi come Antonio Busto si è impegnato con tutte le sue forze e con grande passione civile per realizzare un progetto di vita, per il bene comune”.

 

Le interpellanze del PD

Il Partito Democratico è sensibile ai problemi che coinvolgono la comunità cittadina casamassimese e svolge il suo ruolo di opposizione con responsabilità, cercando di stimolare affinché tante progettualità già avviate non si perdano ma vengano realizzate. Lo dimostrano le interpellanze presentate per mezzo di Andrea Palmieri durante l’ultimo Consiglio comunale del 15 maggio scorso, come la richiesta di monitoraggio e il rispetto del regolamento comunale in materia di ripristini stradali.

Negli ultimi mesi, sono stati effettuati una serie di interventi di scavo, in diverse zone del paese, per lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria da parte di aziende che si occupano di erogare servizi pubblici, come quelli di distribuzione di acqua, luce, gas, energia elettrica, per la sistemazione di perdite di acqua e/o fogna, allacci di nuove utenze telefoniche, fibra ottica, ecc. Inoltre, anche rispetto ai lavori previsti, a seguito di autorizzazione per la manomissione della sede stradale n. 34/19, rilasciata in data 9/5/2019 dall'Ufficio Tecnico del Comune di Casamassima, richiesta da Enel Distribuzione spa per i lavori di costruzione di una linea MT interrata tra le cabine denominate "Gramsci e San Sabino", che interesseranno corso San Sabino, corso Vittorio Emanuele, via Unità, via Don Minzoni, via Montrone e via Gramsci, Palmieri ha chiesto all'Amministrazione in che modo intende operare i lavori di manomissione stradale, al fine di sorvegliare sulle autorizzazioni già concesse, e soprattutto rispetto alle verifiche sui ripristini, spesso non effettuati a regola d'arte e nella piena osservanza del relativo regolamento comunale approvato con delibera n. 7 del 20/11/2014.

Altro problema sollevato da Palmieri è stato quello dello stato del verde presso l’Istituto Alberghiero Ettore Maiorana di Casamassima. A seguito delle segnalazioni di alcuni cittadini, i quali hanno denunciato la presenza di erbacce e condizioni del verde non dignitose all'interno del complesso scolastico del Maiorana, il consigliere ha chiesto all'Amministrazione Comunale se, indipendentemente dalla proprietà dell'istituto e da eventuali sollecitazioni inviate alla Città Metropolitana, intenda in ogni caso intervenire, programmando un’azione adeguata, allo scopo di ripristinare uno stato dei luoghi decoroso visto che l'istituto è frequentato pure dai bambini della Collodi.

A seguire, il capogruppo PD ha riportato l’attenzione sulla ristrutturazione del campo sportivo, chiedendo legittimamente quando le nostre squadre giovanili potranno calcare quel terreno di gioco, e sull’avanzamento dell'utilizzo dei fondi, pari a 715mila euro, previsti dal Patto per la Città Metropolitana di Bari. Assegnate in data 25 novembre 2016, queste risorse sono vincolate alla realizzazione di tre progetti: Percorso Museale Complesso Monacelle (320mila eruo), Ztl centro storico e parcheggi intorno al perimetro del centro storico (200mila euro), Videosorveglianza con installazione di 50 telecamere in città (196mila euro).

 

Il commento del segretario Bagalà

“In questo momento - dichiara Rocco Bagalà, segretario cittadino del Partito Democratico - ci stiamo preoccupando di collaborare in qualche maniera con l’Amministrazione Comunale, tentando di non far più perdere quei finanziamenti che abbiamo ottenuto grazie al governo Renzi e grazie ad Antonio Decaro attraverso l’area metropolitana, e che sono oltre un milione di euro. Si tratta dei contributi degli interventi che concernano Il Patto Metropolitano e L’Agorà. Ci vogliamo porre in modo collaborativo per aiutare l’Amministrazione nel cercare di portare a termine questi finanziamenti che abbiamo già avuto, in una logica di unità di intenti verso il bene comune per Casamassima”.

“Ringrazio l’amico Palmieri che, come al solito, si dedica con lo spirito giusto, fare competente e dedizione al lavoro di consigliere comunale. Ci auguriamo - chiosa Bagalà - che anche questa Amministrazione possa un domani ottenere finanziamenti così come il Partito Democratico, tramite il governo Renzi e l’amministrazione Decaro, ha fatto sì che Casamassima ricevesse. Il ruolo di un buon amministratore è quello di far arrivare finanziamenti. Noi abbiamo messo le radici. Per quel poco che abbiamo amministrato, abbiamo seminato abbastanza. Ci auspichiamo che l’Amministrazione Nitti porti avanti la nostra semina. Mi piacerebbe ricordare che il governo italiano attuale non è ancora stato capace di attuare interventi seri, contributi e misure che possano andare a sviluppare dal punto vista delle infrastrutture il Paese. Mentre con i governi di Matteo Renzi e Paolo Gentiloni la differenza si è notata”.

Francesca Valentino