Mercoledì 26 Febbraio 2020
   
Text Size

AC, LE INTERPELLANZE PER IL CONSIGLIO DI DOMANI

autonomia cittadina

Per il prossimo consiglio comunale di giovedì 24 gennaio pv. Autonomia cittadina propone le seguenti interpellanze.


Interpellanza apertura ampliamento della galleria commerciale AUCHAN

In data 29 novembre 2012, la S.V. sig. Sindaco, provvedeva a emettere l’Ordinanza n. 130 prot. 15487, considerata contingibile ed urgente e relativa a quanto in oggetto indicato.

Dalle premesse della medesima ordinanza emerge che, di tale evento straordinario, la S.V. viene a conoscenza alle ore 13.00 dello stesso giorno, quasi per caso e soltanto dopo una relazione di servizio del Comandante della Polizia Municipale.

Sempre nell’ordinanza, la S.V. dichiara di aver verificato la presenza dell’agibilità dell’ampliamento della Galleria Auchan.

Considerata l’inverosimile e ridicola dichiarazione in premessa dalla quale poi prende corpo e viene giustificata l’ordinanza;

visto lo stato dei luoghi alla data del 29 novembre 2012 e giorni successivi, che presentava inequivocabilmente una serie di anomalie tecniche dovute a lavori in corso e non ultimati (parcheggi interrati, aree esterne con aree delimitate e presenza di materiali di cantiere, illuminazione pubblica e segnaletica incompleta, tetti da completare con addetti ai lavori ancora presenti, ecc…);

SI CHIEDE

  • di voler fornire giustificazioni serie e plausibili rispetto all’azione di questa Amministrazione, fino alle ore 13,00 del 29 novembre stranamente distratta e svagata, poi improvvisamente attiva e collaborativa;
  • di voler notiziare il Consiglio in merito alle certificazioni amministrative rilasciate dagli enti all’uopo preposti, con il dettaglio della tempistica, delle competenze, ecc…;
  • di voler chiarire se l’attenzione e la disponibilità mostrata da Amministratori e Dirigenti del Comune di Casamassima nei confronti dell’AUCHAN, sono le stesse usate nei confronti dei commercianti della nostra città (quei pochi rimasti), delle altre Istituzioni presenti sul territorio, e dei cittadini comuni mortali che presentano istanze all’Ente;
  • di voler riferire se le pratiche svolte in tutta fretta dagli uffici competenti, per garantire l’apertura, hanno prodotto introiti nelle casse dell’Ente (quali, quanti e a favore di chi);
  • di voler rendere ufficiale il numero dei dipendenti casamassimesi assunti rispetto al totale (intendendosi per tali soltanto quelli stabilmente residenti da almeno due anni), e con quale tipologia contrattuale;
  • di voler rendere pubblico, in ossequio al principio della trasparenza, il numero dei nuovi dipendenti, fortunati e meritevoli, casualmente imparentati con gli Amministratori (tutti), con i dirigenti dell’Ente e con quelli dei partiti.  

Il tutto per quel marginale rispetto verso i cittadini, che hanno diritto a essere almeno informati.

 

Interpellanza contenzioso contro Ecologica Pugliese S.r.l.

Con Delibera di Giunta n. 210 del 28/12/2012, codesta Amministrazione provvedeva a conferire incarico legale all’Avv. Pappalepore al fine di provvedere al recupero stragiudiziale delle somme indebitamente corrisposte alla ditta in oggetto menzionata, appaltatrice dal 2001 del servizio di igiene urbana.

Considerato che la somma in questione pari a € 453.508,48 oltre IVA è decisamente notevole;

che il periodo per il quale sarebbero state corrisposte dall’Ente erroneamente le suddette somme, a fronte di compensi revisionali richiesti ma non supportati da elementi giustificativi, decorre dal 2007 fino al 2011;

SI CHIEDE

di conoscere le ragioni e le responsabilità per tale tardivo intervento di verifica e di recupero;

le conseguenze subite dall’Ente e più direttamente dai cittadini relativamente ai maggiori esborsi per la TARSU;

le successive azioni che l’Ente intenderà adottare laddove dovesse recuperare le somme de quo.

 

Interpellanza degrado urbano e risarcimento danni

Con interpellanza del 21 novembre 2012, discussa nell’ultimo Consiglio Comunale del 26 novembre, segnalavamo una serie di situazioni di degrado presenti nella nostra città, specificandone alcune in particolare.

Da una verifica alla data odierna riscontriamo che poco è stato fatto per sistemare quanto evidenziato (ad eccezione per il rifacimento stradale del tratto di via Sammichele). Riportiamo stralcio della predetta interpellanza:

“Le aree adibite a verde pubblico e molte vie cittadine, sono abbandonate a se stesse, sporche, con deiezioni di cani ovunque, marciapiedi dissestati e mattoni divelti. In particolare la zona di via Sammichele, fronte strada e lato interno “scacchiera” ne costituiscono un penoso e non unico esempio. Sulla stessa via, lato parcheggio, non si provvede mai a rimuovere i rifiuti; si formano enormi pozzanghere causate dalla strada dissestata e priva di adeguata pendenza verso le griglie di raccolta. Tante altre vie centrali dove sono previste aree a parcheggio (Corso Garibaldi, Via Imbriani ecc…), risultano sistematicamente ingombre di rifiuti, manca una programmazione settimanale con divieto di sosta per consentire l’utilizzo di moto-spazzatrice. Lo steccato dell’aiuola di fronte all’ingresso della Marconi, sull’omonima via, è parzialmente caduto. Ci sono mattoni rotti intorno alla stessa scuola elementare via Marconi – ang. Fiera, in Corso Umberto civico 39, in Via Sammichele civico n. 2; il mancato immediato ripristino può causare infortuni e richieste di risarcimento danni.

Si chiedono immediati interventi atti a ripulire le aree, sistemare le zone pedonali, rifare il manto stradale maggiormente deteriorato di via Sammichele, da Via Cisterne a Via Vecchia Gioia”.

Nel frattempo ci risulta che l’Ente continua a risarcire danni ai cittadini causati dalla mancata manutenzione di strade, zone pedonali e marciapiedi, con l’aggravante di non provvedere a ripristinare tempestivamente almeno le aree interessate dagli incidenti.

Si chiedono chiarimenti in merito.

 

Interpellanza ditte appaltatrici

In riferimento ai lavori affidati in appalto da questa Amministrazione, si chiede di conoscere le modalità seguite per la formazione degli elenchi delle ditte partecipanti agli appalti, nonché delle ditte di fiducia per i lavori in economia e/o cottimo fiduciario.

 

Interpellanza scuola elementare “Marconi”

Nonostante i lavori di manutenzione straordinaria recentemente eseguiti all’edificio scolastico “G. Marconi”, risulta che alla data del 07 gennaio 2013, alcune classi non hanno potuto fare regolarmente lezione nella propria aula, in quanto presenti copiose infiltrazioni di acqua dal soffitto.

Si chiedono chiarimenti nonché l’intervento immediato in garanzia, da parte della ditta appaltatrice che ha eseguito i lavori.

Si allegano 2 fotografie sullo stato dei luoghi.

 

Interpellanza pubblicità gare d’appalto

Premesso che il D.Lgs. 163/06 disciplina gli adempimenti connessi alla pubblicità delle gare d’appalto indicando gli strumenti specifici da utilizzare;

in considerazione che codesto Ente ha esperito alcune gare d’appalto per servizi e forniture quali quella sul Servizio di Igiene Urbana e quella sul Servizio Mensa Scolastica,

SI CHIEDE

di conoscere, nei rispettivi procedimenti di gara, quali sono state le testate giornalistiche individuate per la pubblicità e quali costi sono stati sostenuti dall’Ente per ogni singolo quotidiano.

                 

Interpellanza campo sportivo comunale

Si ha notizia dell’insorgere di una controversia riguardo alla gestione del campo sportivo, affidata con apposita convenzione del 2006 alla A.S.D. Casamassima, adesso A.S.D. SUDEST.

Dagli elementi in nostro possesso risulta che, nonostante numerosi solleciti e diffide sia da parte della società sportiva concessionaria che dalla F.I.G.C., con i quali si segnalavano una serie di interventi urgenti di manutenzione straordinaria e lavori di adeguamento da eseguirsi, l’Ente Comunale non ha fornito i necessari riscontri, causando alla fine la mancata omologazione della struttura così come previsto dalla F.I.G.C.

In sostanza il campo sportivo non può essere utilizzato né per gli eventi sportivi né per altri scopi.

Tanto premesso si chiede di conoscere le ragioni di tale inerzia ed indifferenza dimostrata dall’Ente, di fronte ad una problematica così importante per una comunità già fortemente penalizzata, in quanto priva di impianti e/o strutture pubbliche, adeguate al perseguimento di attività sportive, culturali e sociali.

 

Interpellanza posti riservati parcheggio “disabili”

Ricorre spesso che i posti riservati alla sosta delle auto per i disabili risultano occupati da autovetture non autorizzate e/o prive del cartellino specifico;

si fa particolare riferimento ai posti riservati all’ingresso della struttura sportiva “Dharma”.

Tanto premesso, si chiede una sorveglianza più assidua da parte della Polizia Municipale, affinché garantisca tale minimo diritto alle persone svantaggiate, applicando sanzioni agli automobilisti incivili e arroganti

Commenti  

 
#1 Tecnicismo 2013-01-23 14:38
E della presenza di consiglieri indagati, nessuno chiede se vi è legittimità o meno?
Quanto devo attendere per presentare un mio progetto per civile abitazione per essere sottoposto al parere di una commissiione limpida?
Pare vi siano problemi ora! Potrebbero anche essere chiacchiere, ma meglio aspettare!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.