Domenica 25 Agosto 2019
   
Text Size

Stefano Morea firma un contratto di 4 anni con la Ssc Bari

Stefano Morea con la maglia dell'Atletico Casamaxima

L’ex attaccante dell’Atletico Casamaxima entra a far parte del calcio professionistico

Realizzare il proprio sogno, giocare nella squadra professionistica della propria città. È quello che accadrà a Stefano Morea, ex attaccante dell’Adp Atletico Casamaxima. Classe 2005, alto 1 metro e 92 centimetri, il calciatore ha firmato un contratto di calcio professionistico con la Ssc Bari per 4 anni. L’ex attaccante gialloverde giocherà nel campionato Under 15 Nazionale. Abbiamo voluto conoscere meglio questo talento nato nella scuola calcio del mister e del presidente Gioacchino Prisciandaro, rivolgendogli qualche domanda e sentendo anche il parere dei genitori.

 

Il giocatore con il mister Gioacchino Priscindaro

Stefano Morea, da quanti anni giochi a calcio? Com’è nata la passione per questo sport? Qual è il tuo ruolo? Qual è il tuo numero di maglia preferito?

“Gioco a calcio da quando avevo 6 anni – ha raccontato il quattordicenne – La mia passione è nata quando vedevo in televisione i calciatori che facevano numeri con il pallone o gol straordinari. È nata in me l'intenzione di emularli. Il mio ruolo è quello della prima punta e il numero di maglia che ho sempre portato è il 9, anche se sinceramente ho avuto sempre un debole per la 10”.

 

Come hai appreso la notizia di questa opportunità con il Bari? Sei soddisfatto di questa firma di contratto che ti legherà alla Ssc Bari per 4 anni? Ti mancherà giocare nell’Atletico Casamaxima?

“La notizia di questa opportunità l'ho saputa da mister Gioacchino Prisciandaro, che mi aveva avvisato della presenza di raduni della Ssc Bari, ai quali poi ho partecipato. Sono molto contento di questa firma che mi vincolerà a questa nuova società per quattro anni. Una società a cui ho sempre ambito, perché è quella che rappresenta la mia città. Dell’Atletico Casamaxima mi mancherà soprattutto qualche amicizia davvero sentita, nata sui campi di calcio durante gli allenamenti e durante le partite di campionato. Porterò in questa nuova esperienza tanti bellissimi ricordi. Questa firma per la Ssc Bari la vedo come una svolta, l’inizio di un nuovo capitolo”.

 

Morea firma il contratto con la Ssc Bari

Ognuno di noi ha un sogno nel cassetto. Il tuo qual è? Hai un idolo o un calciatore che segui nel mondo del calcio nazionale e internazionale?

“Il mio sogno nel cassetto è quello di poter alzare la coppa per club più ambita a livello europeo, la Champions League. Dal punto di vista calcistico Zlatan Ibrahimovic è il mio idolo, mentre per la dedizione al calcio e il sacrificio che trasmette durante i suoi allenamenti e durante le sue partite, mi ispiro a Cristiano Ronaldo. Volevo ringraziare particolarmente il mister Gioacchino Prisciandaro, che ha sempre creduto nella mia crescita calcistica, dimostrandolo in diverse occasioni, facendomi allenare di più e meglio, soprattutto per le mie lacune avute in rapidità e coordinazione. Per questo il merito di questa svolta è solo suo”.

 

“Come genitori – hanno raccontato il padre e la madre di Stefano Morea – è inutile nascondere la gioia immensa per il risultato ottenuto da nostro figlio. Volevamo ringraziare tutto lo staff dell'Atletico Casamaxima, che in questi anni è sempre stato vigile con tutti i ragazzi, sia nel comportamento e sia nell'agonismo dei suoi atleti. Un ringraziamento particolare va al mister Gioacchino Prisciandaro che non ha mai smesso, neanche un attimo, di trasmettere ai giovani calciatori la passione, il sacrificio, la dedizione e i sani principi dello sport. Stefano ha intrapreso, infatti, il percorso calcistico con il mister dall'età di 8 anni. Infine, sono sicuro che questa occasione avuta da Stefano, possa essere di incentivo per tutti i ragazzi della società casamassimese a crederci nei propri sogni, senza mai mollare”.

"Per la nostra società - ha dichiarato il presidente e il tecnico Gioacchino Prisciandaro - è un onore vedere un nostro giocatore vestire la maglia di una società importante come quella della Ssc Bari. Dispiace però perdere un talento, ma alla fine il ruolo delle scuole calcio nella provincia è proprio quello di allenare i giovani e farli crescere per farli accedere nel calcio professionistico. Da parte della società e dello staff va il nostro "In bocca a lupo" per l'avvenire di Stefano e della sua carriera da calciatore".

In bocca a lupo Stefano e chissà se un giorno potrai avverare il tuo sogno nel cassetto, alzare la coppa dalle grandi orecchie.

DANIELE FOX

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.